Twitter | Search | |
The Vision
La nostra visione del mondo.
2,247
Tweets
0
Following
6,186
Followers
Tweets
The Vision 4h
Mentre in molti Paesi gli studenti imparano a suonare strumenti e creano band a scuola, ai ragazzi italiani facciamo “suonare” il flauto alle medie. Ma ignorare la musica impedisce ai ragazzi di conoscere una parte fondamentale della nostra cultura.
Reply Retweet Like
The Vision 20h
È il 1926 e Turati è perseguitato dal regime. I compagni decidono di farlo scappare dall’Italia. Inizia una fuga organizzata da Pertini, la famiglia Olivetti e Carlo Rosselli con un solo obiettivo: portare Turati su un motoscafo e scappare in Francia.
Reply Retweet Like
The Vision 21h
Pochi giorni dopo il discorso in cui chiedeva di invalidare le elezioni che portarono Mussolini al potere, Matteotti venne rapito e giustiziato. “Io il mio discorso l’ho fatto,” disse, “ora voi preparate quello funebre per me”.
Reply Retweet Like
The Vision 23h
Sono passati oltre 20 anni da quando Antonio Tabucchi scrisse Sostiene Pereira. Ma il suo romanzo è un monito che oggi sembra più attuale che mai: vivere la storia senza il coraggio di ribellarsi è il miglior alleato di ogni dittatura.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 25
Pertini è stato uno dei pochi politici della prima Repubblica ad avere partecipato attivamente alla lotta per la liberazione. Quella stessa liberazione che oggi è spesso celebrata invocando ideali opposti a quelli per cui hanno combattuto i partigiani.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 25
È il 1922. Hemingway incontra Mussolini in Svizzera. Lo definirà “il più grande bluff d’Europa” e lo metterà in ridicolo raccontando come fingesse di leggere un libro. Così lo scrittore americano diventò un nemico del regime.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 25
Nel 1988 usciva il Pendolo di Foucault, il secondo romanzo di Umberto Eco. Sarà un successo, anche se in pochi lo capiranno davvero. Se l’avessimo fatto, avremmo forse potuto prevedere quest’epoca di paranoia e rabbia sfociate nei nuovi fascismi.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 25
Durante il Ventennio gli omosessuali italiani venivano mandati al confino. Le isole Tremiti divennero così teatro di umiliazioni, corteggiamenti e innamoramenti, che coinvolsero anche i carabinieri di guardia.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 24
Alla vigilia della festa della Liberazione, un gruppo di fascisti ha inneggiato a Mussolini in piazzale Loreto. Questo accade anche perché il nostro Paese non ha mai fatto i conti con gli orrendi crimini commessi dall’Italia in nome e per conto del duce.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 24
I partigiani raccontati da Calvino ne “Il sentiero dei nidi di ragno” non sono eroi senza paura, ma persone con i loro dubbi e i loro errori. Ma il romanzo ci insegna che tutti possiamo scegliere di fare la nostra parte per una società più giusta.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 24
Per Salvini il 25 aprile è “il derby tra fascisti e comunisti.” Ma la Liberazione rappresenta la vittoria contro gli orrori nazifascisti. Chi non rispetta i valori su cui è fondata la Repubblica non merita di rappresentare chi è morto per difenderla.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 23
La gara dei super-ricchi a donare per Notre-Dame dimostra l’ipocrisia di un sistema che non chiede loro di contribuire in maniera equa alla società ma si accontenta delle briciole. La cultura si salva, anche, con le tasse sui grandi patrimoni.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 23
I politici sovranisti hanno trovato la scusa per giustificare la propria incapacità nei confronti del popolo: scaricare le colpe sulle “élite”. Il problema è che molti di loro rappresentano proprio i poteri forti che hanno fatto a pezzi l'Italia.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 23
Questo governo, come è avvenuto in Italia nel 90% dei casi, punta sulla spesa corrente per ottenere consenso immediato. Il Paese però ha un disperato bisogno di progettualità e di investimenti. Così facendo, come sempre, pagheranno le future generazioni.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 22
70 anni fa la St. Louis, una nave con più di 900 profughi ebrei, salpò per le Americhe. Non venne accolta da nessuno. Fu costretta a tornare in Europa, dove la maggior parte dei profughi morì nella Shoah. Non possiamo lasciare che la storia si ripeta.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 22
Alberto Moravia ha perfettamente previsto la parabola dell’italiano moderno. Chi è incapace di reagire di fronte al cambiamento, si accontenta di vivere una vita passiva per paura di essere lasciato fuori. E così trionfano i fascismi.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 22
I giovani sono accusati di essere fannulloni e immaturi perché non vogliono acquistare una casa o un’auto o creare una famiglia. Ma le condizioni socio-economiche che permettevano alle generazioni precedenti tutto questo non esistono più.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 22
In media finiscono nella spazzatura di ogni italiano 3 kg di cibo al mese, 36 all'anno. Uno sfruttamento inutile di territorio, risorse, energia e lavoro, causato anche da un'educazione alimentare ancora non sufficiente.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 22
L’utilizzo di capri espiatori, le crisi economiche, il diffondersi del nazionalismo ci legano a quello che è avvenuto a partire dal 1918. È meglio se ce ne rendiamo conto, se non vogliamo assistere a una replica nel ventennio successivo.
Reply Retweet Like
The Vision Apr 22
Negli ultimi 5 anni circa 244mila giovani si sono trasferiti all’estero e il 64% di loro possiede un diploma o una laurea. Un costo enorme in fatto di risorse umane ed economiche. Soldi che regaliamo ai Paesi che ospitano i nostri talenti.
Reply Retweet Like