Twitter | Search | |
Sea-Watch Italy
Organizzazione tedesca no-profit che opera nel Mediterraneo centrale con il supporto della società civile. Salviamo vite in mare.
1,863
Tweets
431
Following
26,949
Followers
Tweets
Sea-Watch Italy 8h
🔵 Questa notte la Guardia di Finanza ha fatto visita, per 2 volte, alla per notificare il alla nostra Comandante. Non si comprende la necessità di farlo nel cuore della notte. Restiamo al largo di e reiteriamo la richiesta di sbarco.
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy 9h
👆 Le parole di nell'intervista di Adriana Pollice su .
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy 9h
Replying to @SeaWatchItaly
"Questo è il 1° soccorso in cui i libici offrono il coordinamento e il porto di Tripoli. È anche il 1° soccorso che smaschera la farsa della Guardia costiera libica con zona SAR sotto evidente assistenza e ingerenza Italiana, competente ma senza porto sicuro nel proprio paese".
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy 9h
Replying to @SeaWatchItaly
"Il governo sta assumendo una posizione pericolosa dal punto di vista costituzionale e delle relazioni internaz per cui è accettabile riportare naufraghi sopravvissuti in un paese in guerra.Una posizione che dovrebbe far accapponare la pelle a qualsiasi organismo internazionale".
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy 9h
Replying to @SeaWatchItaly
"Il governo si guarda bene dal dire che è un porto sicuro, ma nei fatti spinge perché Sea Watch 3 vada lì, facendo leva sui neonati a bordo da portare rapidamente a Tripoli, mentre noi li avremmo tenuti a bordo per sequestrarli. Sono affermazioni faziose".
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy retweeted
Riccardo Magi 10h
: dopo 4 gg di mare ieri è stato finalmente autorizzato lo sbarco di 10 persone: famiglie con neonati, malati e donne incinte. Restano sulla nave, a largo di Lampedusa, ancora 43 persone tra cui 3 minori non accompagnati. La situazione di emergenza umanitaria persiste.
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy 11h
“Sono dei sopravvissuti, hanno bisogno di accoglienza e protezione, a terra si può capire che tipo di protez. giuridica. Non possono essere lasciati in mare a morire. Non possono essere riportati in Libia, paese in guerra da dove è un miracolo uscire vivi”.
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy Jun 15
Replying to @giuliaselvaggi2
Grazie Giulia ❤️
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy Jun 15
“Per svuotare il Mediterraneo centrale dagli ultimi testimoni della tragedia”. Marco Mensurati e ⁦⁩ su ⁦ 👇🏼
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy Jun 15
Dopo la visita dei medici della , è stato autorizzato lo sbarco di 10 naufraghi: nuclei familiari con neonati, casi medici e donne incinte. Restano a bordo 43 persone inclusi 3 minori non accompagnati, uno di soli 12 anni. resta al largo di .
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy retweeted
Mauro Biani Jun 15
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy retweeted
Tg3 Jun 15
Resta ferma a quindici miglia da Lampedusa la nave 3, ma nel pomeriggio è stato autorizzato lo sbarco di dieci dei 53 a bordo perché bisognosi di cure mediche
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy Jun 15
“Libya is not a safe country’’ said , spokeswoman for in Italy. “Forcibly taking rescued people back to a war-torn country, having them imprisoned and tortured, is a crime that we will never commit.’’ per
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy retweeted
Open Arms IT Jun 15
naviga di nuovo per tornare in Italia.1 anno dopo. Mentre i politici criminalizzano i difensori della vita e dei in mare, apre il suo porto e la città affinché la nostra nave sia uno spazio aperto di unione, dialogo e umanità.
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy retweeted
Pierfranc. Majorino Jun 15
Tutto il mio sostegno a . Invece di aiutarli li ostacoliamo. Che schifo. Migranti, Salvini: "Firmato divieto di ingresso per la Sea Watch". Ong: "Non riporteremo nessuno in… via
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy Jun 15
A seguito delle comunicazioni della , da 3 giorni in mare senza l’indicazione di un PORTO SICURO, MRCC Roma ha annunciato un controllo medico in assistenza ai naufraghi. Ci stiamo avvicinando alla posizione dell’incontro, in acque internazionali davanti a .
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy Jun 15
La Libia NON È RICONOSCIUTA come porto sicuro a livello internazionale. Lo dice , , , . Se riportassimo i naufraghi in , commetteremmo un respingimento collettivo: crimine per cui l’Italia è già stata condannata. 👇🏼
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy retweeted
L'HuffPost Jun 15
"Uno dei naufraghi ha raccontato di essere stato costretto a seppellire cadaveri"
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy Jun 15
🔵 Uno dei naufraghi ci ha raccontato di essere stato costretto a seppellire cadaveri per preparare il centro di detenzione alla visita di operatori esterni. Questa è la , il Paese in cui ci viene indicato di portare le persone soccorse: non lo faremo mai.
Reply Retweet Like
Sea-Watch Italy retweeted
Mediterranean Hope Jun 14
“Condividiamo la scelta di di non riportare in i migranti soccorsi e salvati  nel Mediterraneo – dichiara Paolo Naso, coordinatore di – per la semplice ragione che in Libia non c’è alcun porto sicuro".
Reply Retweet Like