Fabrizio Basciano Jun 1
Ma i giornalisti che (da anni) partecipano al Bilderberg, notoriamente a porte chiuse, non avrebbero il dovere deontologico di informare su cosa accade, di cosa si parla e cosa viene deciso là dentro? O forse in quel frangente smettono di essere giornalisti e diventano altro?